Imparare ad amarsi.


"Odio la mia pancia!" "Detesto le mie gambe." Insultare se stessi crea una ferita invisibile, perfida. Chi mai guarirà una ferita che non sa di avere? Allora si deve renderla visibile, visibile agli occhi dell'immaginazione. Una spada impugnata da un guerriero in un istante vi recide la gamba. La vedete accanto a voi, non vi... Continue Reading →

L’inferno vero e quello stupido.


  Essere un bambino africano in una zona infestata dalla malaria è un vero inferno, vivere in una città e soffrire l'inferno della solitudine, depressione o morire di cancro è un inferno stupido.   Cosa rende diversi per me i due inferni? Non certo il dolore di chi li vive, per il quale tutti devono... Continue Reading →

Apprezzare o correggere.


Mi piace, non mi piace. Immaginiamo di leggere un testo dal quale in seguito trarre dei giudizi oppure delle scelte. Per facilitarci il compito, possiamo disporre di due evidenziatori diversi, per esempio uno rosso per segnare ciò che non ci piace ed uno giallo per evidenziare le frasi che sono piaciute o ci hanno impressionato.... Continue Reading →

Empatia, sostegno e sprono


Ciò che rappresentano queste parole influenza la vita di tutti, nessuno escluso. Empatia significa condividere un sentimento. Dare Sostegno significa portare un carico togliendolo a chi non ce la fa. Spronare significa agire uno stimolo (doloroso o piacevole) allo scopo di far scaturire grinta improvvisa. Lo sprono piacevole è chiamato incoraggiamento ed evidenzia le risorse... Continue Reading →

Crisi, salvezza & benessere


Quali effetti produca la crisi in tanti lo sanno, che cosa sia la crisi di preciso, dubito che siano in molti ad avere concetti chiari. Quanto a chi conosce davvero come uscire da questo stallo, temo sia un alieno. In questa esposizione dispongo degli appunti come tasselli di un puzzle molto grande ed incompleto, cercando... Continue Reading →

I tre livelli di percezione


Tre livelli di percezione: io so, io uso e io sono. Al primo livello, cognitivo, io so che ho due mani. Al secondo livello, la capacità, io posso usare le mie mani per temperare una matita. Al terzo livello, il sentire consapevole, Quando distinguo se la mina della matita è dura o morbida, o é... Continue Reading →

Le sei attitudini


Sen, seme, tame, sutemi, ki Ken tai no ichi, zanshin. Sono Cinque fasi di azione ed una di ascolto. Sono parole che rappresentano simultaneamente disposizioni d’animo e disposizioni del corpo, prima si capisce l’idea, poi si educa il corpo a rappresentarla. Originarie della pratica del Kendo, la scherma giapponese, hanno grande efficacia nel vivere quotidiano.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: