La Soprano.


Ero agli inizi, se avevo una dote, era dovuta alla timidezza.

Quel tipico stato di allerta, che viene dall’ansia, mi stimolava l’attenzione.

Un mattino, venne una artista, dalla Russia, ricordo gli occhioni curiosi e la bocca sorridente.

Attraversò la porta con il suo carisma imponente.

Mi premurai della sua schiena, forte come il carattere. La buona sorte deve aver messo del suo, e qualcosa funzionò bene.

Lei sentì subito che il corpo stava bene, esperta com’era del suo strumento.

Con voce calma, calda e importante mi disse che si stava sentendo meglio, che le stava arrivando della felicità. Da lì a poco iniziò a cantare l’opera.

Ricordo la sua voce possente che risuonava tra le pareti della stanza e attraversava la porta, sentivo la sua eco provenire dai corridoi. Ricordo il mio imbarazzo, le dissi piano “la sentono”, lei rispose “sono felice, allora canto” e riprese.

www.youtube.com/watch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: