Scalpelli, lame e bisturi.


evoluzioni di attitudine.

Da ragazzo ho fatto l’apprendista e, quando ho imparato come si scanala un muro, ho desiderato essere come uno scalpello, duro tagliente e penetrante. Uno scalpello è in grado di ricevere grandi colpi e di reagire scalfendo e spezzando il più duro degli inerti. Così volevo essere nella vita.

Da più grande ho iniziato ad imparare l’arte della spada. Allora ho pensato che la sua micidiale velocità e agilità fossero il miglior esempio da seguire per essere individui, nel senso di in-divisi.

Poco tempo fa volevo essere come un bisturi per entrare senza ferire le parti vitali.

Oggi vorrei essere un diapason per accordarmi, vorrei sentire le note che non ho mai avuto il coraggio di sentire e infine vorrei riuscire ad accordare.

Domani ci sarà un altro strumento.

– photo courtesy WernerB Pixabay)

IMG_1284-0.JPG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: