Èlite depressa.


20131012-062434.jpg

Un giorno gli alieni giunsero sulla terra.

Arrivarono come esploratori perché conoscere era la loro strada, ma trovarono un luogo inospitale e per sopravvivere diventarono conquistatori.

Loro erano viaggiatori dello spazio profondo mentre gli umani erano spettatori di giochi altrui. Incapaci di agire da sė, essi seguivano le scelte di altri, ed alcuni di loro avevano capito questa natura umana e cavalcavano le maree umane nel loro travolgersi.

Gli alieni osservarono gli umani ed impararono a distinguerli.

Prima di andarsene ad esplorare ancora decisero che non ci avrebbero lasciato al nostro destino, ma ci avrebbero protetto da noi stessi, scegliendo chi ci avrebbe governato.

Loro che guidavano lo spazio ed il tempo trovarono gli umani che più gli somigliavano e raccolsero quelli che nella terra erano chiamati Depressi.

Essi furono gli Eletti, coloro la cui mente compiva viaggi miracolosi, capaci di sensazioni infinitesime ed infinite, ma alieni nel loro nido.

Considerati malati da tutti coloro che non li comprendevano, i Depressi non potevano agire la Dote, soffrendo ogni istante del loro pensare. L’Essere umano era ancora legato alla Forza, incurante che c’era ben altro.

Le astronavi aliene partirono invisibili ed in silenzio, come la loro essenza ed i loro motori.

Lasciarono agli Eletti il loro potere, la virtù della mente di cambiare le cose, la materia.

Sfuggendo alla cecità del Volere, attraverso la Risonanza le loro percezioni non furono più una condanna, ma la salvezza di tutto il loro genere.

Quando tornano di tanto in tanto, gli Alieni sono turisti benvenuti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: