Linfa


20130704-121510.jpg

Intorno a noi ci sono innumerevoli sorgenti di linfa vitale.

Sono le occasioni di imparare qualcosa, dal fermarsi ad annusare un calicantus al ricevere un suggerimento illuminante.

Per linfa si può intendere dare nutrimento a una direzione di vita, ad un progetto, un flusso di idee.

Un terapeuta che non continua a mettersi in gioco diventa arido.

Un artista che non partecipa a stage, che non sperimenta, procede verso la sterilità.

Un operatore che non frequenta corsi va verso la saturazione.

Un programmatore che non nutre la brillantezza della mente si spegne.

Un kendoka che non si cimenta si inviluppa in sé.

Anche una coppia che non attinge nutrimento reciprocamente ed esternamente si appiattisce. In altre parole, la coppia deve fare esperienze insieme fuori dalla routine (cantare in un coro, fare gite, cene ecc.) e ciascuno dei partner deve avere spazi di ricerca-espressione all’esterno della coppia in modo da portare nuova linfa dentro alla coppia.

La diversità crea nuovi equilibri di relazione e il sistema che reagisce dinamicamente agli eventi senza crollare è sano.

Non sono sano perché non prendo l’influenza, sono sano se guarisco dall’influenza.
Perché l’influenza, dal nome stesso, è una azione di enti esterni che agiscono su di noi, e trattandosi dell’ambiente, è chiaro che siamo circondati; al limite potremmo considerare che i nostri anticorpi sono molto dinamici nel reagire, a volte sono pronti, a volte agiscono lentamente.

Quando si è in un ambiente non giudicante e ci si sente libero di sperimentare, si può lavorare con la “brutta copia”, l’espressione spontanea; i maestri tradizionali correggevano la “bella copia” invece un buon “regista” guarda la tua “prima” e ti invita a insistere sui passaggi che possono esprimere ancora.

Lavorare sulla “prima” e non sulla “bella” ci permette di familiarizzarci con l’essere liberi di creare e questa è vera libertà espressiva. In questo modo ci si svincola dai binari della programmazione educativa a cui siamo soggetti.

Ecco degli spunti che identificano un comportamento, una attitudine, una intenzione attiva:

Fare i bravi è molto diverso da essere bravi.
Essere capaci inteso come sentirsi capaci di fare il da fare.
Essere presenti vedi articolo.
Essere (e sentirsi) liberi dal giudizio.

Una risposta a "Linfa"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: